www.inps.it - Ultimi Aggiornamenti del portaleInps.it - Ultimi Aggiornamenti del portalehttp://www.inps.it/portale/default.aspx?rss=yesit-IThttp://blogs.law.harvard.edu/tech/rssSat, 01 Nov 2014 02:37:10 GMThttp://www.inps.it/portale/images/logo_bussola_new.jpginps.ithttp://www.inps.it8450Comunicati stampahttp://www.inps.it//portale/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=1&iNodo=6808Ultimi AggiornamentiINPSFri, 31 Oct 2014 07:00:00 GMTMasterhttp://www.inps.it//portale/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=1&iNodo=9115Ultimi Aggiornamenti<p>Nell’ambito delle iniziative a sostegno della formazione universitaria, postuniversitaria e professionale, annualmente l’Istituto seleziona, certifica e convenziona Master universitari di I e II livello, Corsi universitari di Alta Formazione, di Perfezionamento e di Specializzazione, Master o corsi formativi equivalenti promossi da Atenei stranieri.<br /></p> <p>Nonché, nell’ambito delle attività a sostegno delle politiche volte alla qualificazione, riqualificazione e aggiornamento professionale dei dipendenti pubblici l’Istituto interviene annualmente con il sostegno economico a mezzo benefici consistenti in posti riservati per la frequenza di Master executive professionalizzanti.</p> <br /><br />L’Inps Gestione dipendenti pubblici sostiene la partecipazione ai predetti corsi attraverso l’erogazione di borse di studio e di un contributo forfettario alle spese di mantenimento sostenute dagli studenti fuorisede. <br /><br />I benefici sono assegnati mediante il Bando di concorso che viene<strong> </strong>pubblicato annualmente in <a href="javascript:goItemSP('ecd6a6cc-0db2-4701-b1cb-2adfd6adf155')">Iniziative Welfare</a>.<br />Contestualmente ogni Ateneo convenzionato pubblica, sul proprio sito Internet il relativo bando di ammissione, a cui i candidati devono necessariamente attenersi. <p></p> <br /><h3>A CHI SPETTANO </h3> <p>Ai Master universitari di I e II livello, ai Corsi universitari di Alta Formazione, di Perfezionamento e di Specializzazione, nonché ai Master o corsi formativi equivalenti promossi da Atenei stranieri, possono partecipare i figli e gli orfani di dipendenti e di pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici, anche per effetto del D.M. 45/2007, in possesso dei requisiti previsti dal Bando.<br />Sono esclusi dai benefici coloro che hanno fruito, per l’anno accademico oggetto del concorso, di prestazioni erogate dall’Istituto, dallo Stato, dagli Enti regionali per il diritto allo studio universitario o da altre istituzioni pubbliche o private. Sono, inoltre, esclusi coloro che hanno già goduto del medesimo beneficio “Master Certificati”, erogato dall’Istituto, per gli anni accademici 2010/2011, 2011/2012 e 2012/2013. </p> <br /><br /><p>Ai Master Executive possono partecipare, invece, i dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione ex INPDAP, anche per effetto del DM 45/07.</p> <br /><h3>LA DOMANDA </h3> <p>Le domande vanno trasmesse esclusivamente in via telematica dallo studente interessato entro i termini di scadenza previsti dal bando dei singoli Atenei.<br /><br />Per accedere all’area riservata dei Servizi online di questo sito e inoltrare la domanda di partecipazione al concorso, l’interessato deve essere in possesso del Pin e, se non lo ha già fatto, richiedere l’iscrizione alla Banca Dati dell’Inps Gestione Dipendenti Pubblici, con l’apposito <a title="Consulta la sezione" href="javascript:goItemSP('378fbf4d-394c-47c8-bbdd-1a167d795a6b')">modulo</a> reperibile nella sezione Moduli di questo sito. </p> <br />INPSFri, 31 Oct 2014 07:00:00 GMTSoggiorni climatico - termalihttp://www.inps.it//portale/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=1&iNodo=8386Ultimi Aggiornamenti<p> La prestazione consiste in soggiorni presso le Case di soggiorno di proprietà dell’Istituto: Farra di Soligo - Fiuggi - Lorica di Pedace - San Cristoforo al Lago - Silvi Marina - Ostia Lido – Villa dei Giuochi Delfici in Roma.</p> <br /><p>Ogni anno vengono banditi due concorsi denominati Soggiorni invernali e Soggiorni primaverili presso le case del maestro, i Bandi di concorso sono pubblicati in <a href="javascript:goItemSP('ecd6a6cc-0db2-4701-b1cb-2adfd6adf155')">Iniziative Welfare</a>.<br /><br />Tutte le istruzioni per partecipare ai concorsi e per indicare le preferenze sono contenute nei rispettivi bandi, mentre le informazioni sulle strutture dove si svolgono i soggiorni sono pubblicate successivamente.</p> <br /><h3>A CHI SPETTANO</h3> <p>I soggiorni sono destinati agli iscritti - in servizio o in quiescenza - all’Assistenza Magistrale (gli insegnanti di scuola statale dell’infanzia e primaria a tempo indeterminato; i dirigenti scolastici provenienti dall’ex ruolo dei direttori didattici e gli attuali direttori dei servizi generali e amministrativi provenienti dalla legge 1213/1967, comunque assoggettati a ritenuta Enam; i docenti di religione cattolica assunti nei ruoli dei docenti di scuola dell’infanzia e primaria e assoggettati a ritenuta Enam), ai loro orfani minorenni e familiari presenti nel modello Isee.</p> <br /><h3>LA DOMANDA</h3> <p>Modalità, documenti e scadenza per presentare domanda di partecipazione sono indicati dai rispettivi bandi di concorso.<br /><br />Le domande di partecipazione possono essere inoltrate solo telematicamente, accedendo tramite Pin all’Area Riservata dei Servizi on line. <br /><br />Chi è risultato idoneo al concorso deve scegliere la struttura di soggiorno preferita. Una volta indicata la propria preferenza, l’Istituto invia a ciascun interessato un sms con il quale comunica l’ammissione alla struttura e gli elementi necessari per pagare la quota dovuta che sono: il codice univoco di pagamento, l’importo, la data entro cui effettuarlo. <br /><br />La quota dovuta deve essere versata tramite incasso domiciliato utilizzando l’apposito <a title="Scarica il file in formato PDF" href="javascript:goLinkSP('/Informazioni/Ex-Inpdap/attivitasociali/anziani/Documents/Modulo_incasso_domiciliato.pdf',2);">modulo</a>  (una copia da consegnare a un Ufficio postale e l’altra da conservare quale ricevuta del pagamento). </p> <p> </p> <p>Per accedere all’area riservata dei Servizi online di questo sito e inoltrare la domanda di partecipazione al concorso, l’interessato deve essere in possesso del Pin e, se non lo ha già fatto, richiedere l’iscrizione alla Banca Dati dell’Inps Gestione Dipendenti Pubblici, con l’apposito <a title="Vai al modulo" href="javascript:goItemSP('378fbf4d-394c-47c8-bbdd-1a167d795a6b')">modulo</a> reperibile nella sezione Moduli di questo sito.</p> <p> </p>INPSFri, 31 Oct 2014 07:00:00 GMTIndennità di accompagnamento (ciechi assoluti)http://www.inps.it//portale/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=1&iNodo=9847Ultimi Aggiornamenti<h3>CHE COS’È </h3> <p>L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti riconosciuti ciechi assoluti.</p> <br /><h3>A CHI SPETTA</h3> <p>L’indennità di accompagnamento spetta al solo titolo della minorazione, cioè è indipendente dall’età e dalle condizioni reddituali. </p> <br /><h3>REQUISITI</h3> <p>Per ottenere l’indennità di accompagnamento è necessario avere i seguenti requisiti: </p> <ul><li>riconoscimento di cecità civile assoluta;</li> <li>per i cittadini stranieri comunitari: iscrizione all’anagrafe del Comune di residenza;</li> <li>per i cittadini extracomunitari: titolarità del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);</li> <li>residenza stabile e abituale sul territorio nazionale.</li></ul> L’indennità è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa e, contrariamente a quanto previsto per gli invalidi civili, spetta anche se il richiedente è ricoverato in un istituto pubblico.<br />È invece incompatibile con analoghe prestazioni concesse per invalidità contratte per cause di guerra, di lavoro o di servizio, salva in questo caso la facoltà di optare per il trattamento più favorevole.<br />È infine cumulabile con quella prevista a titolo di invalidità civile totale o di sordo (soggetti pluriminorati). <p> </p> <br /><h3>LA DOMANDA</h3> <p>Per poter presentare la domanda, è necessario prima recarsi dal proprio medico di base e chiedere il rilascio del certificato medico introduttivo (vedi <a title="Consulta la sezione" href="javascript:goItemSP('4b584ab1-01e0-4eda-9df1-01df775b057d')">Accertamento sanitario</a>).<br />Una volta ottenuto il certificato, il cui codice identificativo va obbligatoriamente allegato, può essere presentata la domanda esclusivamente per via telematica attraverso uno dei seguenti canali: </p> <ul><li>web – avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto, www.inps.it. In caso di <strong>minore</strong>, il codice PIN da utilizzare deve essere quello del minore, non quello del genitore o del tutore;</li> <li>patronati o associazioni di categoria dei disabili (ANMIC, ENS, UIC, ANFASS), usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi.</li></ul> A partire dal 4 luglio 2009 (con l’eccezione delle domande di aggravamento presentate dai malati oncologici) non è possibile presentare una nuova domanda per la stessa prestazione fino a quando non sia esaurito l’iter di quella in corso o, in caso di ricorso giudiziario, finché non sia intervenuta una sentenza passata in giudicato. <p> </p> <br /><h3>QUANDO SPETTA</h3> <p>Il pagamento delle prestazioni decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda. </p> <br /><h3>QUANTO SPETTA</h3> <p>L’indennità viene corrisposta per 12 mensilità e per l’anno 2014 l’importo è pari a <strong>863,85 euro</strong> mensili. </p>INPSThu, 30 Oct 2014 07:00:00 GMTLa cessione del quinto della pensionehttp://www.inps.it//portale/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=1&iNodo=5632Ultimi Aggiornamenti<p>Il legislatore ha esteso anche ai pensionati la possibilità di contrarre prestiti personali estinguibili con una trattenuta diretta sulla rata della pensione. Per offrire la massima tutela ai pensionati, l'Inps ha definito tutte le modalità e le condizioni necessarie per concedere tali prestiti.</p> <br /><h3>Che cos'è</h3> <p>È un prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico che l'Inps effettua sulla sua pensione.<br />Il prelievo non può superare un quinto dell'importo mensile della pensione.</p> <h3>Come funziona</h3> <p>Il pensionato deve richiedere il prestito alla Banca o alla Società finanziaria. L'Inps provvede poi a versare la quota stabilita trattenendola direttamente dalla pensione. La durata del contratto di prestito non può superare i dieci anni ed è obbligatoria la copertura assicurativa per il rischio di premorienza del titolare della prestazione.</p> <br /><h3>Esclusioni</h3> <p>La cessione del quinto puo’ essere chiesta su tutte le pensioni, ad eccezione di:</p> <ul><li>pensioni e assegni sociali;</li> <li>invalidità civili;</li> <li>assegni mensili per l'assistenza ai pensionati per inabilità;</li> <li>assegni di sostegno al reddito(VOCRED, VOCOOP, VOESO);</li> <li>assegni al nucleo familiare;</li> <li>pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;</li> <li>prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.</li> <ul type="disc">.</ul></ul> <h3>Cosa deve fare il pensionato</h3> <p>Per ottenere un prestito con cessione del quinto, il pensionato deve prima richiedere  la <strong>comunicazione di cedibilità della pensione</strong>: un documento in cui viene indicato l'importo massimo della rata del prestito. </p> <p> </p> La quota cedibile deve essere richiesta personalmente dal pensionato presso qualsiasi Sede Inps e va consegnata alla Banca <br />o alla Società finanziaria con la quale stipulare il contratto di finanziamento.<br />Nel caso in cui il pensionato, per la stipula del contratto, si rivolga ad  un Ente finanziario convenzionato con l’Inps, <br />la comunicazione di cedibilità verrà elaborata direttamente dalla Banca/Finanziaria attraverso un collegamento telematico <br />con l’Istituto stesso, e i tassi di interesse applicati al contratto di prestito saranno più vantaggiosi.<br /><h3>Come si calcola la rata</h3> <p>Poiché il pensionato può cedere fino a un quinto della propria pensione, la rata dipende dall'importo della pensione stessa. L'importo cedibile è calcolato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali, e in modo da non intaccare l'importo della pensione minima stabilito annualmente dalla legge. Per questo motivo i trattamenti pensionistici integrati al minimo non possono essere oggetto di cessione. Nel caso si sia titolari di più pensioni cedibili, il calcolo si effettua sull’importo totale delle pensioni percepite.</p> <br /><h3>Esempi di calcolo della quota cedibile</h3> <p> </p> <table width="25%" border="0" cellspacing="0" cellpadding="0" summary="Caso 1"><caption><strong>Caso 1</strong> </caption><tbody><tr><td>pensione lorda</td> <td>596,50</td></tr></tbody> <tbody><tr><td>ritenute fiscali</td> <td>0,00</td></tr></tbody> <tbody><tr><td><strong>pensione netta</strong></td> <td><strong>596,50</strong></td></tr></tbody> <tbody><tr><td>pensione minima</td> <td>495,43</td></tr></tbody> <tbody><tr><td><strong>quota cedibile</strong></td> <td><strong>101,07</strong></td></tr></tbody> <tbody><tr><td colspan="2"><em>*con salvaguardia della pensione minima (€ 495,43 per l’anno 2013), inferiore in questo caso all'importo del quinto = 119,30 </em></td></tr></tbody></table> <table width="25%" border="0" cellspacing="0" cellpadding="0" summary="Caso 2"><caption><strong>Caso 2</strong> </caption><tbody><tr><td>pensione lorda</td> <td>1.200,00</td></tr></tbody> <tbody><tr><td>ritenute fiscali</td> <td>300,00</td></tr></tbody> <tbody><tr><td><strong>pensione netta</strong></td> <td><strong>900,00</strong></td></tr></tbody> <tbody><tr><td>1/5 del netto</td> <td>180,00</td></tr></tbody> <tbody><tr><td><strong>quota cedibile</strong></td> <td><strong>180,00</strong></td></tr></tbody> <tbody><tr><td colspan="2"><p><em>*con salvaguardia della pensione minima (480,53). Nel caso si sia titolari di più pensioni cedibili, il calcolo si effettua sull'importo totale delle pensioni percepite </em></p> <p> </p></td></tr></tbody></table> <h3>La tutela del pensionato</h3> <p> </p> Prima di poter versare l'importo della rata trattenuta dalla pensione alla Banca o <br />alla Società finanziaria, l'Inps verifica la presenza di alcune condizioni a tutela del pensionato:<ul><li>la Banca o la Finanziaria devono avere tutti i requisiti richiesti dalla legge per questo tipo <br />di operazione;</li> <li>il tasso applicato al prestito deve essere inferiore al &quot;tasso soglia&quot; anti-usura <br />per gli Enti finanziari accreditati o al tasso convenzionale stabilito per la propria fascia di età per il prestito erogato da Ente finanziario convenzionato;</li> <li>la rata contrattualmente prevista non deve superare un quinto dell'importo della pensione;</li> <li>nel contratto devono essere indicate tutte le spese (istruttoria, estinzione anticipata, premio assicurativo per premorienza, commissioni, interessi).</li></ul> <h3>La convenzione Inps con le banche</h3> <p> </p> <p>Per contenere il livello dei tassi di interesse e tutelare i pensionati, l'Inps ha predisposto una <br />Convenzione, sottoscritta da numerose Banche e Società <br />finanziarie, che garantisce tassi più favorevoli rispetto a quelli di mercato. L'elenco delle Banche e <br />degli Istituti convenzionati è disponibile sul portale <a href="javascript:goLinkSP('http://www.inps.it/',3);">www.inps.it</a>, seguendo il seguente percorso sotto indicato:<br /> <br />Servizi Online&gt;Elenco di tutti i servizi&gt;Cessione quinto&gt;Gestione Enti Convenzionati</p> <p> </p> <ul><li><strong>Notizie dal sito Inps</strong> </li> <ul><li><a title="Circolare n. 91 del 31 maggio 2007" href="javascript:goLinkSP('/Mig/Circolari/Circolare numero 91 del 31-5-2007.htm',2);">Circolare n. 91 del 31 maggio 2007</a>: Decreto del Ministero dell'economia e delle finanze n. 313 del 27 dicembre 2006. Regolamento di attuazione dell'art. 13-bis del decreto-legge 14 marzo 2005, n.35 convertito, con modificazioni, in legge 14 maggio 2005, n.80. Prestiti ai pensionati estinguibili con cessione fino a un quinto della pensione.</li> <li><strong><font color="#333333"><a title="Testo della Convenzione" href="javascript:goLinkSP('/Mig/messaggi/messaggio numero 8414 del 23-05-2013.htm',2);">Testo della Convenzione</a></font></strong> (messaggio 8414 del 23/05/2013);</li></ul></ul> <p> </p> <ul><li><strong>Servizi on line</strong> <ul><li><a title="Elenco delle Banche e degli Istituti finanziari che hanno aderito alla Convenzione." href="javascript:goLinkSP('http://www.inps.it/servizi/cessionequinto/Pages/GestEntiConvenzionati.aspx',3);">Elenco delle Banche e degli Istituti finanziari che hanno aderito alla Convenzione.</a></li></ul></li></ul>INPSThu, 30 Oct 2014 07:00:00 GMT